ansa.it

Il nervo ottico rigenerato in provetta con la terapia genica

Apre nuovi scenari contro cecità da glaucoma e lesioni spinali

Redazione ANSA 10 novembre 2020  11:44
 La terapia genica aiuta la rigenerazione del nervo ottico (fonte: TobiasD) © Ansa

"I neuroni del sistema sistema nervoso centrale - osserva la ricercatrice Veselina Petrova - hanno una limitata capacità di ricrescere perché maturando perdono la possibilità di rigenerare i loro prolungamenti", cioè gli assoni su cui viaggia l'impulso nervoso. "Questo significa che le lesioni al cervello, al midollo spinale e al nervo ottico possono avere conseguenze permanenti".

Per cercare una soluzione, i ricercatori hanno deciso di usare il nervo ottico come modello sperimentale: lo hanno coltivato in laboratorio e poi hanno danneggiato le sue fibre con un laser, osservandone la reazione al microscopio. In questo modo hanno scoperto che aumentando la produzione e l'attività della protrudina si può potenziare la rigenerazione nervosa in poche settimane.

La proteina si trova infatti in un organello della cellula (il reticolo endoplasmatico) che fornisce i materiali per la riparazione: il compito della protrudina è favorire il trasporto di questi elementi verso il sito da ricostruire. Per dimostrare l'efficacia di questa terapia genica contro il glaucoma, i ricercatori hanno prelevato una retina completa dall'occhio di un topo e l'hanno fatta crescere in laboratorio.

Di solito, in queste condizioni, la metà dei neuroni della retina muore entro tre giorni, ma grazie alla terapia genica è stato possibile salvarli. "E' però importante ricordare - sottolinea Petrova - che questi risultati dovranno essere confermati da ulteriori studi per capire se potranno portare a terapie davvero efficaci nell'uomo".


Fonte: ansa.it
URL: https://www.ansa.it/canale_scienza_tecnica/notizie/biotech/2020/11/09/il-nervo-ottico-rigenerato-in-provetta-con-la-terapia-genica_8026bfe0-68c8-4fa7-887f-a250ae607b56.html
 Protrudin functions from the endoplasmic reticulum to support axon regeneration in the adult CNS https://www.nature.com/articles/s41467-020-19436-y