Notizie su Malattie Rare e Salute

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Fibrosi cistica, nuovo triplice trattamento ottiene revisione accelerata dall'Fda

  • pharmastar.it  Martedi 10 Aprile 2018 -  Davide Cavaleri 

Un programma a tripla combinazione per il trattamento della fibrosi cistica è stato assegnato alla Fast Track Designation dalla Fda, la procedura di revisione accelerata per facilitare lo sviluppo di farmaci sperimentali che trattano una condizione patologica grave. Viene di norma concesso in assenza di trattamenti disponibili o e presentano vantaggi rispetto alle terapie esistenti.

     L’azienda biotech Proteostasis Therapeutics sta sviluppando il trattamento combinato CFTR che include un nuovo amplificatore di conduttanza transmembrana (PTI-428), un correttore di terza generazione (PTI-801) e un potenziatore (PTI-808). I tre candidati sono stati scoperti internamente e sono attualmente in valutazione in studi clinici negli Stati Uniti e in Europa.

La fibrosi cistica è causata da una mutazione del gene CFTR (Cystic Fibrosis Transmembrane Regulator), localizzato sul cromosoma 7, il quale codifica per la proteina CFTR che funziona come canale per il cloro. 

«Crediamo che le combinazioni di modulatori CFTR mantengano la promessa di migliorare l'efficacia del trattamento per diversi segmenti della popolazione affetta da fibrosi cistica», ha affermato Meenu Chhabra, CEO di Proteostasis, «compresi gli eterozigoti F508del e gli omozigoti F508del, che hanno un accesso limitato al trattamento, sono scarsamente tutelati dalle terapie esistenti o assistono a un declino della funzione polmonare nel tempo».

Tre farmaci sperimentali per superare la mutazione
PTI-428 è un amplificatore sperimentale CFTR in fase di sviluppo per il trattamento della fibrosi cistica in pazienti che sono omozigoti per la mutazione F508del nel gene CFTR, come terapia aggiuntiva ai modulatori CFTR approvati o come parte del regime a tripla combinazione. Il farmaco funziona in anticipo, durante la biogenesi della proteina CFTR, per aumentarne la nuova sintesi, suggerendo potenziali benefici terapeutici in combinazione con correttori e potenziatori CFTR.

PTI-801 è un nuovo correttore CFTR. I correttori sono farmaci progettati per correggere e ripristinare la funzione della proteina CFTR difettosa. La proteina corretta si sposta quindi sulla superficie della cellula, dove funziona come un canale del cloro e aiuta a mantenere il giusto equilibrio di fluido nelle vie aeree.

PTI-808 è un tipo di modulatore CFTR chiamato potenziatore. I potenziatori aiutano a facilitare l'apertura del canale del cloro sulla superficie cellulare per consentire agli ioni cloro e sodio di muoversi dentro e fuori dalla cellula.

Somministrazione orale una volta al giorno
Sicurezza e tollerabilità dei tre modulatori CFTR sono state valutate in uno studio di co-somministrazione su 20 volontari sani. Dopo sette giorni di somministrazione orale una volta al giorno di PTI-428, PTI-801 e PTI-808, i profili di sicurezza e farmacocinetica ottenuti hanno indicato che i composti erano generalmente ben tollerati e adatti a una singola somministrazione giornaliera. 

Non sono stati riportati casi di eventi avversi gravi o comunque tali da determinare l'interruzione del trattamento. I risultati hanno dimostrato l’assenza di interazioni farmaco-farmaco clinicamente significative. I protocolli di studio combinati sono stati esaminati dalle principali autorità di tutela dei pazienti e dalle autorità regolatorie statunitensi ed europee.

Una malattia genetica ereditaria
La fibrosi cistica è una malattia genetica autosomica e recessiva, che colpisce 70.000-100.000 persone in tutto il mondo. 
Detta anche mucoviscidosi o malattia fibrocistica del pancreas, è una patologia multiorgano, che interessa soprattutto l’apparato respiratorio e quello digerente. 
E’ causata da una mutazione del gene CFTR (Cystic Fibrosis Transmembrane Regulator), localizzato sul cromosoma 7, il quale codifica per la proteina CFTR che funziona come canale per il cloro. 

La proteina alterata impedisce un corretto flusso degli ioni cloro attraverso la membrana cellulare, determinando in questo modo la produzione di muco eccessivamente denso e vischioso. Il muco chiude i bronchi e porta a infezioni respiratorie ripetute, e ostruisce il pancreas impedendo ai suoi enzimi di raggiungere l’intestino per consentire una corretta digestione e assimilazione dei nutrienti.

Le manifestazioni tipiche sono la difficoltà nella digestione di grassi, proteine e amidi, la carenza di vitamine liposolubili e la perdita progressiva della funzione polmonare. La persistenza dell’infezione e dell’infiammazione polmonare, che provocano il deterioramento progressivo del tessuto polmonare, è la maggior causa di morbilità nei pazienti affetti dalla patologia. E’ la malattia genetica ereditaria mortale più comune nella popolazione caucasica.


Fonte: pharmastar.it
URL: https://www.pharmastar.it/news/pneumo/fibrosi-cistica-nuovo-triplice-trattamento-ottiene-revisione-accelerata-dallfda-26464