Notizie su Malattie Rare e Salute

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Li Bassi (Aifa): “Migliorare l’accesso ai farmaci è una priorità”

Il nuovo direttore generale dell’Agenzia italiana del farmaco indica, in un’intervista pubblicata sul sito dell’ente regolatorio, alcuni obiettivi del suo mandato. Focus su sostenibilità, universalismo, costo/benefici dei medicinali e dialogo con le Regioni

   “Individuare e soddisfare i bisogni di salute dei cittadini attraverso l’uso di farmaci di qualità e di provata efficacia con il miglior rapporto possibile costo/beneficio”. È questo uno dei compiti primari dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa). Ad affermarlo è il direttore generale dell’agenzia, Luca Li Bassi, in un’intervista pubblicata oggi sul portale Aifa e realizzata dall’Ufficio stampa e comunicazione dell’ente regolatorio. “Questo compito – sottolinea il dg – va svolto massimizzando il valore dell’appartenenza ad un solo, universalistico Sistema Salute, in cui tutte le istituzioni giocano un ruolo complementare. Con il Ministero della Salute abbiamo strategie condivise. Si tratta solo di metterle in atto e ci riusciremo”.

Migliorare l’accesso ai farmaci

   Alla domanda “quali priorità ha definito per Aifa con il ministro?”, Li Bassi risponde così: “Migliorare l’accesso ai farmaci. L’impegno è quello di fornire più salute possibile per ogni euro di risorse disponibili. Il diritto alla salute di ogni cittadino non può dipendere dal luogo di nascita o dalla residenza all’interno dello stesso territorio nazionale. Un accesso, a mio avviso, può essere definito equo solo se il farmaco arriva a tutti coloro che ne hanno bisogno, indipendentemente dalle condizioni socio-economiche, geografiche o culturali”.

Sinergie con le Regioni

   A proposito di differenze geografiche, il dg Aifa sottolinea la necessità di “rafforzare la sinergia” con le Regioni: “Un rapporto che si dovrà ispirare al principio di flessibilità, intesa come riconoscimento della diversità delle esigenze territoriali. Ogni Regione ha le proprie peculiarità di tipo epidemiologico, demografico, economico. Ogni Regione ha dunque la sua domanda di salute e Afa deve essere in grado di poterne tenere conto”.

Ottimizzare le risorse

   Quanto alla sostenibilità, Li Bassi crede che la sfida di massimizzare le risorse a disposizione del Servizio sanitario nazionale (Ssn) richieda “un modello di dialogo” con tutti gli stakeholder. “Nella mia esperienza – sottolinea il dg – ho imparato che un approccio collaborativo può portare ad importanti convergenze a beneficio dei pazienti anche tra attori apparentemente contrapposti, identificando e quantificando il reale valore del farmaco e allineando quindi le risorse disponibili per ottenere i migliori risultati per i pazienti. Per affrontare il mio lavoro quotidiano – conclude Li Bassi – conto sull’apporto non solo delle professionalità di Aifa, ma anche sul confronto che auspico con i pazienti, le società scientifiche, il mondo della ricerca e tutti coloro che con impegno intendono dare un contributo alla missione del nostro sistema sanitario”.


Fonte: aboutpharma.com
URL: https://www.aboutpharma.com/blog/2018/11/09/li-bassi-aifa-migliorare-laccesso-ai-farmaci-e-una-priorita/