Notizie su Malattie Rare e Salute

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

ansa.it

I primi mini cervelli con un'attività elettrica

Simili a quelli dei nati prematuri

Redazione ANSA 21 novembre 2018 17:36
Un mini cervello visto al microscopio (fonte: Muotri Lab/UC San Diego) © Ansa    Per la prima volta un cervello in miniatura costruito in laboratorio, ossia un organoide del cervello, ha mostrato di avere un'attività elettrica spontanea. Quest'ultima è inoltre molto simile a quella del cervello di un bambino nato prematuro. La ricerca, dell'Università della California a San Diego, è pubblicata sul sito Biorxiv, dedicato alle ricerche che non hanno ancora superato l'esame della comunità scientifica. Se confermato, questo risultato potrà aiutare a capire le cause di molti difetti nello sviluppo del sistema nervoso.

Il gruppo guidato da Alysson Muotri già da diversi anni sviluppa in laboratorio mini cervelli, ma questa è la prima volta che osserva qualcosa paragonabile all'attività elettrica di un cervello umano. Il cervello in miniatura è stato coltivato a partire da  cellule staminali umane pluripotenti, cioè capaci di trasformarsi in molti tipi di cellule. I ricercatori hanno indotto le cellule a svilupparsi in neuroni della corteccia cerebrale dai quali dipendono funzioni importanti come memoria, percezione, conoscenza, pensiero e sensazioni.

Centinaia di mini cervelli sono stati fatti sviluppare in laboratorio per 10 mesi e la loto attività è stata controllata con l'elettroencefalogramma. Dopo sei mesi di sviluppo i cervelli hanno cominciato a mostrare di avere un'attività elettrica considerevole, anche se non organizzata come quella di un cervello adulto.

L'attività osservata è piuttosto simile a quella registrata nei dei nati prematuri di 25-39 settimane. I cervelli in miniatura non sono come quelli umani, precisa Muotri, "perché non contengono tutti i tipi di cellule della corteccia e non si collegano ad altre regioni cerebrali, ma costituiscono un passo in avanti per capire meglio lo sviluppo cerebrale umano, che non è affatto semplice".

I ricercatori vogliono ora far sviluppare gli organi per un tempo più lungo per vedere se continuano a maturare e se è possibile simulare altre aree del cervello. 


Fonte: ansa.it
URL: http://www.ansa.it/canale_scienza_tecnica/notizie/biotech/2018/11/21/i-primi-mini-cervelli-con-unattivita-elettrica-_4ed88542-65a4-4e41-90a4-02ff70e4ed4c.html