Notizie su Malattie Rare e Salute

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

aboutpharma.com

Medicina scienza e ricerca

Editing genetico, l’Oms istituisce una commissione per guidare la ricerca

Il gruppo di lavoro dovrà stilare delle linee guida e fornire pareri legali, etici e scientifici a chi vorrà avviare sperimentazioni che prevedono l'uso di cellule umane. I 18 membri si riuniranno per la prima volta a Ginevra tra il 18 e il 19 marzo

L’Oms ha comunicato che sul tema dell’editing genetico c’è bisogno di una commissione per guidare la ricerca sui geni umani. Ancora rimbalzano per il globo le notizie relative allo scienziato cinese He Jiankui, padre delle prime gemelle nate da sperimentazione genetica, e l’Organizzazione mondiale della sanità vuole mettere mano alle regole per armonizzarle.

La commissione

Saranno 18 i membri esamineranno tutti gli aspetti legati al tema dal punto di vista scientifico, etico, sociale e legale. Gli esperti daranno pareri e raccomandazioni sulla governance dei meccanismi dell’editing genetico proprio per evitare il ripetersi di casi simili a quelli di Jiankui. In quell’occasione la comunità scientifica ha sollevato gli scudi contro una pratica ritenuta eticamente non concepibile. A co-presiedere il gruppo di lavoro saranno Margaret Hamburg, ex commissario della Food and drug administration e Edwin Cameron, giudice dell’Alta corte sudafricana. Gli altri sedici membri sono tutti esperti di genetica, filosofia etica e farmacologia. Il primo incontro ufficiale è previsto per il 18-19 marzo 2019 a Ginevra per discutere dei road map dei successivi 12 mesi.

I membri

Mohammed Alquwaizani è direttore della Drug benefit and risk evaluation della Fda saudita, Ewa Bartnik è docente di genetica all’università di Varsavia. Françoise Baylis è una ricercatrice in filosofia bioetica dell’Università di Dalhousie in Canada e Alena Buyx è direttore dell’Istituto di storia ed etica della medicina all’Università tecnica di Monaco di Baviera. La lista prosegue con Alta Charo docente di legge e biotica all’Università del Wisconsin, Hervé Chneiweiss, neurologo e neuroscienziato, direttore del Centro nazionale della ricerca scientifica francese e Jantina de Vries, professoressa associata di bioetica all’Università di Città del Capo.

In qualità di esperta di medicina riproduttiva c’è anche l’australiana Cynthia Holland affiancata da Maneesha Inamdar, biologa che studia le cellule staminali a Bangalore, India. Per il Giappone c’è Kazuto Kato, docente di etica biomedicale e politica pubbliche all’Università di Osaka e sarà presente anche Robin Lovell-Badge che è a capo del laboratorio di genetica del Francis Crick Institute.

Ci sarà anche un esperto di geopolitica, Jamie Metzl, in quanto membro dell’Atlantic Council. Ci sarà una rappresentanza panamense con l’esperta di diritto bioetico Ana Sánchez Urrutia che affincherà il genetista molecolare Jacques Simpore. A chiudere la lista altre due donne. la kenyota Anne Muiga, professoressa di genetica alla Jomo Kenyatta University of agriculture and technology e la cinese Xiaomei Zhai, vicepresidente del Comitato etico nel suo Paese.

Le sperimentazioni

Molti ricercatori stanno lavorando sull’ingegneria genetica partendo da embrioni umani, ma chiedono a gran voce linee guida serie e univoche. La perplessità che una commissione di questo tipo possa frenare l’avanzamento delle scoperte preoccupa e non poco la comunità scientifica. Tuttavia, secondo alcuni, il percorso è già stato segnato.


Fonte: aboutpharma.com
URL: https://www.aboutpharma.com/blog/2019/02/18/editing-genetico-loms-istituisce-una-commissione-per-guidare-la-ricerca/