Notizie su Malattie Rare e Salute

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

aboutpharma.com

Persone e Professioni

Conflitti di interesse più trasparenti per medici e aziende sanitarie

Lo rivela Bevere, direttore generale di Agenas: “Sono 30 mila i medici che hanno scelto di rendere pubblici i rapporti con produttori di farmaci o dispositivi medici. Mentre le aziende sanitarie che si sono registrate sono passate dall’1,8% del 2016 al 36,5% del 2018”

Sono 30 mila i medici che hanno scelto di rendere più trasparenti i conflitti di interesse, rapporti con produttori di farmaci o dispositivi medici. Dato che rientra nel più generale trend in aumento, di camici bianche e aziende sanitarie che scelgono la trasparenza nei rapporti con l’industria. A rivelarlo è Francesco Bevere, direttore generale dell’Agenzia per i servizi sanitari regionali (Agenas), intervenuto oggi in Senato al convegno “Sanità e malaffare: la corruzione si può combattere”.

Una strategia di prevenzione

A partire dal 2016, Agenas ha messo a disposizione dei Responsabili della prevenzione della corruzione e della trasparenza la modulistica sulla “dichiarazione pubblica di interessi”. Uno strumento che consente di individuare la presenza di comportamenti a rischio da tenere sotto osservazione, come ricorda Bevere. Come i legami con aziende farmaceutiche o produttrici di dispositivi medici, che escono dall’ordinarietà. “Avere cognizione dell’esistenza di possibili situazioni di conflitto di interesse all’interno della propria azienda sanitaria – continua – è tra le principali misure di una strategia di prevenzione dell’anticorruzione”.

Crescono anche le aziende sanitarie

E i dati sembrano dare ragione al dg di Agenas, se si considera che dal 2016 decine di migliaia di professionisti sanitari hanno scelto volontariamente di compilare la modulistica. Nello stesso periodo le aziende sanitarie che si sono registrate sono passate dall’1,8% del 2016 al 36,5% del 2018. “E non è certo un caso che i fenomeni corruttivi e di mala gestio più eclatanti, avvenuti nell’ultimo biennio, si siano verificati in strutture che all’epoca dei fatti non avevano aderito a questa misura di trasparenza” sottolinea Bevere.

Un modello da imitare

“Resto convinto che nella lotta alla corruzione nella sanità non siamo all’anno zero” ha affermato in conclusione Bevere, che ha sottolineato come negli ultimi quattro anni, grazie al lavoro meticoloso svolto tra Ministero della Salute, Agenas, e Anac è stato messo a punto un pacchetto di misure chiare e specifiche studiate in considerazione della specificità e della complessità organizzativa e relazionale delle strutture sanitarie. Il modello noltre sembra aver suscitato l’interesse dei colleghi europei, come ha riferito lo stesso dg di Agenas, ricordando che il fenomeno della corruzione non è solo italiano.


Fonte: aboutpharma.com
URL: https://www.aboutpharma.com/blog/2019/03/27/conflitti-di-interesse-piu-trasparenti-per-medici-e-aziende-sanitarie/