Bioetica

  • aboutpharma.com

    Legal & Regulatory

    Aifa, aperta la consultazione sui trial su farmaci e dispositivi medici

    A essere coinvolti saranno assessorati regionali o i referenti per le sperimentazioni, direttori di aziende ospedaliere e rappresentanti legali di associazioni scientifiche, associazioni di cittadini e pazienti e comitati etici. C'è tempo entro il 10 maggio

    di Redazione Aboutpharma Online  12 marzo 2019

    Il Centro di coordinamento nazionale dei comitati etici territoriali di riferimento ha completato i lavori di predisposizione delle bozze di contratto per la conduzione della sperimentazione clinica sui farmaci e sui sui dispositivi medici. Per garantire la massima partecipazione degli stakeholder di riferimento e di dar vita a documenti finalizzati a garantire l’uniformità a livello nazionale è stato attivato il processo per recepire commenti, osservazioni e suggerimenti.

  • (lettera) quotidianosanita.it

    Il caso triptorelina. Scienza o metafisica?

    Le recenti polemiche seguite alla determina Aifa che ha inserito il farmaco a carico del Ssn in caso di disforia di genere hanno fatto emergere con chiarezza l’assunto metafisico che sta alla base dell’opposizione al Parere del CNB del luglio scorso. Ossia l’idea che quel farmaco “tradisce l’ordine del creato” e “ribalta l'antropologia cattolica, la concezione dell'uomo che la Chiesa testimonia da duemila anni”

    Maurizio Mori Professore ordinario di bioetica e filosofia morale, Università di Torino Componente del Comitato Nazionale per la Bioetica Presidente della Consulta di Bioetica Onlus

    12 MAR - Gentile Direttore,
    con tempestività QS a fine luglio 2018 dedicò attenzione al Parere con cui il CNB aveva approvato l’uso off-label della triptorelina a condizioni molto prudenti e circostanziate per le situazioni di adolescenti con disforia di genere (DG).
     
    Ero in seguito intervenuto per spiegare le ragioni alla base della posizione largamente maggioritaria del CNB e ho mostrato con citazioni testuali e non smentite che l’unica voce contraria nel CNB (di Assuntina Morresi) non facesse altro che ripetere posizioni risalenti a molto prima dell’approfondito studio fatto nel Comitato Nazionale, cioè fossero ideologiche e preconcette.
     
    Mi permetto di intervenire di nuovo sulla questione, perché il 25 febbraio è uscita la Determina dell’AIFA pubblicata il 2 marzo in GU  che ha introdotto la triptorelina nell’elenco dei medicinali erogabili a totale carico del SSN “per l’impiego in casi selezionati in cui l’identità di genere (disforia di genere) con diagnosi confermata da una equipe multidisciplinare e specialistica e in cui l’assistenza psicologica, psicoterapeutica e psichiatrica non sia risolutiva”.

    Sono contento di rilevare come sia stata accolta la proposta avanzata dal CNB che il farmaco sia somministrato da una “equipe multidisciplinare e specialistica”, perché questo è garanzia di grande cautela e attenzione. Inoltre, si specifica che il farmaco è l’ultima ratio a sostegno di un’assistenza psicologica rivelatasi non risolutiva.

  • ansa.it

    La legge 40 compie 15 anni, finita 38 volte in tribunale

    Gallo (ass. Coscioni), lavoro di 'smantellamento' da completare

    Redazione ANSA ROMA 08 marzo 2019 14:06
     © ANSA

         La legge sulla fecondazione assistita compie quest'anno 15 anni e, in questo arco di tempo, è finita almeno 38 volte in tribunale, ma ad oggi almeno 14.000 bimbi in Italia, ogni anno, nascono grazie alla Pma. A ricordarlo è Filomena Gallo, segretario dell'Associazione per la libertà di ricerca scientifica Luca Coscioni, intervenuta oggi al convegno promosso dalla Fondazione PMA Italia "La scelta di essere mamma", in corso presso la Sala di Santa Maria d'Aquiro in Senato.
  • ansa.it

    Arriva fra le polemiche un farmaco che sospende la pubertà

    Centro Studi Livatino, mancano studi clinici; comitato bioetica, utile solo in alcuni casi

    Redazione ANSA ROMA 06 marzo 2019  15:08
    Autorizzato un farmaco che sospende la puberta' © Ansa

  • LeScienze.it
    02 marzo 2019

    Lo scandalo delle gemelle CRISPR e il futuro dell'editing genomico umano

    Lo scandalo delle gemelle CRISPR e il futuro dell'editing genomico umano

       Dopo l'annuncio del biofisico cinese He Jiankui di aver fatto nascere due bambine con il genoma editato con la tecnica CRISPR, il mondo della ricerca s'interroga sulle possibili ripercussioni della vicenda su questo campo di studidi David Cyranoski/Nature 

       Nei tre mesi trascorsi da quando He Jiankui ha annunciato la nascita di due gemelle con genomi modificati, le questioni che la comunità scientifica si trova ad affrontare si sono fatte più intricate.
  • aboutpharma.com

    Medicina scienza e ricerca

    Editing genetico, l’Oms istituisce una commissione per guidare la ricerca

    Il gruppo di lavoro dovrà stilare delle linee guida e fornire pareri legali, etici e scientifici a chi vorrà avviare sperimentazioni che prevedono l'uso di cellule umane. I 18 membri si riuniranno per la prima volta a Ginevra tra il 18 e il 19 marzo

    L’Oms ha comunicato che sul tema dell’editing genetico c’è bisogno di una commissione per guidare la ricerca sui geni umani. Ancora rimbalzano per il globo le notizie relative allo scienziato cinese He Jiankui, padre delle prime gemelle nate da sperimentazione genetica, e l’Organizzazione mondiale della sanità vuole mettere mano alle regole per armonizzarle.

  • ansa.it

    Oms in campo su editing Dna, 'al via commissione esperti'

    Preparerà linee guida, "possibili conseguenze non volute"

    Redazione ANSA 04 dicembre 2018 11:48
    Oms in campo su editing Dna, 'al via commissione esperti' © ANSA

        Le tecniche di editing genetico come la Crispr, che ha permesso a un ricercatore cinese di creare due bambine geneticamente modificate, "possono avere conseguenze non volute", e "non dovrebbero essere utilizzate senza delle chiare linee guida". Lo ha affermato il direttore generale dell'Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus in un briefing con i giornalisti, in cui ha annunciato che l'Organizzazione sta creando un panel di esperti per affrontare il tema.

  • ansa.it

    Dna modificato, il governo cinese ha bloccato i test

    Attività 'illegale e inaccettabile'

    Redazione ANSA 29 novembre 2018 15:03
    Dna modificato, il governo cinese ha bloccato i test © AP

        Il governo cinese ha disposto il blocco del lavoro del gruppo di ricerca  della Southern University of Science and Technology di Shenzhen diretto da Jiankui He. La decisione è arrivata a pochi giorni dall'annuncio, da parte di Jiankui He, della nascita dei primi esseri umani da embrioni nei quali il Dna era stato modificato con la tecnica della Crispr. La ricerca non era stata pubblicata su una rivista scientifica, ma annunciata alla stampa. 

    Il viceministro della Scienza e della Tecnologia Xu Nanping, parlando con la tv statale cinese Cctv, ha detto che il suo ministero "si è opposto con forza" agli sforzi che hanno portato di recente alla nascita di due bimbe con il Dna "corretto" e ha annunciato che c'è un'indagine in corso. L'esperimento di He, ha spiegato il vice ministro, "ha oltrepassato la linea della moralità e dell'etica a cui ha aderito la comunità accademica ed è scioccante e inaccettabile".

  • ansa.it

    Dna modificato, il ricercatore annuncia una seconda gravidanza in corso

    Ai primi stadi, ma l'esperimento è in pausa

    Redazione ANSA 28 novembre 2018  11:12
    Dna modificato, il ricercatore annuncia una seconda gravidanza in corso. Foto Mark Schiefelbein, The Associated Press © AP

        ROMA - Ci sarebbe una seconda gravidanza in corso "ai primissimi stadi" con embrioni con il Dna modificato. Lo ha affermato He Jiankui, il ricercatore cinese che pochi giorni fa ha annunciato di aver già fatto nascere due gemelle il cui genoma è stato modificato, durante l'International Summit on Human Genome Editing in corso a Hong Kong, aggiungendo però che ora l'esperimento è sospeso a causa delle polemiche sorte. He ha ammesso che erano otto le coppie coinvolte nell'esperimento e si è detto 'orogioso' dei risultati raggiunti. "I volontari - ha affermato lo scienziato - erano informati dei rischi di possibili modifiche non volute del Dna, ma hanno deciso lo stesso di farsi impiantare gli embrioni".
  • ansa.it

    Nate in Cina due gemelle con il Dna modificato, resistente all'Hiv

    L'esperimento descritto su un documento approvato dal comitato etico

    Redazione ANSA HONG KONG 26 NOV 26 novembre 2018 14:41
    Un momento della ricerca sugli embrioni modificati Southern University of Science and Technology (fonte: Associated Press) © AP

        Nate in Cina in due gemelle con il Dna modificato con la tecnica del taglia-incolla del Dna, la Crispr, in modo da renderlo resistente al virus Hiv.

      L'annuncio della nascita dei primi esseri umani geneticamente modificati al mondo è stato dato alla stampa da un ricercatore cinese. Le due gemelle sarebbero nate lo scorso mese e il loro Dna sarebbe stato modificato con un 'nuovo potente strumento' in grado di riscrivere il codice genetico. Uno scienziato statunitense asserisce di aver aver preso parte al lavoro in Cina, dove ha utilizzato una tecnica di genoma-editing vietata negli Stati Uniti. I cambiamenti del DNA, è il timore di parte del mondo scientifico, rischiano di danneggiare altri geni.

  • Come funziona il primo mercato online del patrimonio genetico

    La proposta di Nebula Genomics: sequenziare gratis il codice genetico a condizione di metterlo a disposizione di università e dell'industria farmaceutica. Ma in alcuni casi si può anche guadagnare 

     PAOLO FIORE  17 novembre 2018, 09:03
    Come funziona il primo mercato online del patrimonio genetico 

        Il Dna diventa moneta. Nebula Genomics vuole essere il “primo mercato online dei geni”. A definirlo così sono i fondatori della startup: George Church, Dennis Grishin e Kamal Obbad. Funziona così: la società sequenzia l'intero genoma gratis o per pochi dollari. Gli utenti, in cambio, decidono di mettere a disposizione di università e case farmaceutiche il proprio corredo genetico e altri dati sanitari. 

  • aboutpharma.com

    23andMe lancia un test sulla farmacogenetica

    La Fda ha approvato – con indicazioni limitate e controlli speciali – un nuovo test in grado di fornire informazioni sulle varianti genetiche che possono essere associate alla capacità di una persona di metabolizzare alcuni farmaci, influenzandone efficacia ed effetti collaterali. Ma gli esperti sono cauti

    test genetico sulla farmacogenetica

       Sta facendo discutere la recente approvazione della Fda, del test sulla farmacogenetica firmato 23andMe. Il test diretto ai consumatori – autorizzato al commercio con controlli speciali per ora – fornisce informazioni sulle varianti genetiche che possono essere associate alla capacità di una persona di metabolizzare alcuni farmaci.

  • tg24.sky.it

    Nati i primi topolini sani da genitori dello stesso sesso

    L’esperimento, condotto da un team di scienziati cinesi, ha dimostrato che è possibile utilizzare le tecniche di ingegneria genetica per superare le barriere riproduttive dei mammiferi 

      Dei topolini in perfetta salute sono nati per la prima volta da due madri durante uno studio condotto da un team di scienziati cinesi. Non è previsto alcun utilizzo delle nuove tecniche sugli esseri umani, tuttavia i risultati ottenuti dimostrano che è tecnicamente possibile superare le barriere che impediscono a due individui dello stesso sesso di riprodursi.
    “Lo studio ha permesso di capire che cosa si può fare con le conoscenze attuali”, afferma Wei Li, membro dell’Accademia delle Scienze Cinese.

  • adnkronos.com

    Primo trapianto di faccia in Italia

     MEDICINA Pubblicato il: 22/09/2018 17:49
    Primo trapianto di faccia in Italia

  • ansa.it

    Sindacati, differenze tra poveri e ricchi di salute

    Assemblea Cgil-Cisl-Uil, Servizio sanitario nazionale fortemente indebolito

    Redazione ANSA ROMA 19 settembre 2018 13:55

    Sindacati, differenze tra poveri e ricchi di salute © Ansa

     "I tagli lineari hanno indebolito fortemente il Servizio sanitario nazionale. La spesa media sanitaria pro-capite in Italia è di 2.261 euro, a fronte dei 3.509 della Francia e dei 4.200 euro della Germania. Le condizioni della sanità nelle regioni italiane non sono confortanti. Le politiche economiche adottate dai vari governi hanno indebolito fortemente il Ssn". Lo ha detto il segretario confederale della Cisl Ignazio Ganga, aprendo oggi a Salerno l'Assemblea nazionale di Cgil-Cisl-Uil a quaranta anni dalla legge 833 sulla costituzione del Ssn.

  • aboutpharma.com

    Medicina scienza e ricerca

    Fda: Ridurre l’utilizzo del placebo negli studi clinici oncologici

    L’ente statunitense di recente ha presentato una bozza di linee guida secondo cui gli studi clinici controllati randomizzati per il trattamento di neoplasie ematologiche e malattie oncologiche, dovrebbero avere un disegno controllato con placebo solo in casi selezionati per via di problemi etici e pratici

    di Redazione Aboutpharma Online 30 agosto 2018
    placebo negli studi clinici oncologici

    D’ora in poi l’utilizzo del placebo in studi clinici oncologici potrebbe essere limitato a determinate circostanze. Almeno in America, dove la Fda di recente ha presentato una bozza di linee guida, rivolta alle aziende sponsor. L’ente statunitense dunque raccomanda che gli studi clinici controllati randomizzati per il trattamento di neoplasie ematologiche e malattie oncologiche, abbiano un disegno controllato con placebo solo in casi selezionati. Per esempio nell’eventualità in cui il gruppo di controllo riceva lo standard di cura, in cui si confronta un farmaco con lo stesso ma in associazione a un altro (add-on). O quando l’endpoint supporta un’indicazione molto soggettiva (ad esempio lo stato di salute riportato dai pazienti).

  • ansa.it

    Embrioni, si discute il limite di 14 giorni per la ricerca

    Ricercatori propongono di estenderlo a 28 giorni

    Redazione ANSA 09 agosto 2018  15:32
    Embrione artificiale di topo (fonte: Berna Sozen-Kaya, Zernicka-Goetz Lab, University of Cambridge) © Ansa

       Rivedere il limite della ricerca sugli embrioni umani fissato a 14 giorni dalla loro formazione, imposto da ragioni etiche, e portarlo a 28 giorni, alla luce delle possibilità offerte dalla ricerca, prima fra tutte quella legata alla produzione di embrioni artificiali. Lo chiedono sulla rivista Molecular Medicine i bioeticisti John Appleby, della britannica Lancaster University, e Annelien Bredenoord, dell'University Medical Center di Utrecht nei Paesi Bassi.

       La ricerca sul controllo della vita ha infatti fatto grossi passi in avanti e punta adesso sugli embrioni artificiali, ossia non generati a partire da ovuli e spermatozoi, ma da cellule staminali. I primi embrioni del genere sono di topo e adesso si punta anche a ottenere in laboratorio i primi embrioni umani, con ricerche che potrebbero aiutare a scoprire i segreti della fecondazione e delle prime fasi dello sviluppo embrionale.

  • LeScienze.it  19 luglio 2018

    Prove di terapia genica prenatale

    Prove di terapia genica prenatale (© Science Photo Library / AGF)

    Una terapia genica applicata su feti di topo ha curato una malattia mortale che colpisce anche gli esseri umani. Il risultato offre nuove opportunità allo sviluppo di terapie geniche fetali che potrebbero ridurre al minimo i danni provocati da una patologia diagnosticata già in utero di Heidi Ledford/Nature

    La terapia genica applicata nel grembo materno potrebbe essere usata per curare una malattia genetica mortale. A suggerirlo è uno studio su feti di topi.

    I risultati potrebbero rafforzare l’idea, sempre più diffusa, che vede la terapia genica prenatale come un modo per ridurre al minimo i danni causati da alcune malattie genetiche.

  • ansa.it

    Comitato etico Gran Bretagna, è ammissibile la manipolazione del Dna degli embrioni

    Ma solo nella garanzia del benessere dell'individuo

    Redazione ANSA 23 luglio 2018 13:53
    La Crispr, è la tecnica che permette di riscrivere il Dna con un taglia-incolla (fonte: McGovern Institute for Brain Research, MIT) © Ansa
       'Moralmente ammissibile' l'editing del genoma degli embrioni, spermatozoi e ovociti con le tecniche che permettono di modificare il Dna con il taglia e incolla, come la Crispr, ma solo nella garanzia del benessere dell'individuo, sia fisico che sociale: è il parere espresso dal Comitato Etico del Regno Unito in un rapporto di 183 pagine, dal titolo "L'editing del genoma e la riproduzione umana: problemi sociali ed etici". 

  • ansa.it

    Cromosomi di mamma e papà 'separati in casa' nell'embrione

    E' una scoperta che fa riscrivere i libri di biologia

    Redazione ANSA 13 luglio 2018 10:54
    In verde i due fusi mitotici che tengono separati i cromosomi materni e paterni nell'embrione (fonte: Cartasiova/Hoissan/Reichmann/Ellenberg/EMBL) © Ansa