Notizie su Malattie Rare e Salute

Notizie dal WEB selezionate dallo Staff di RMR su Medicina, Salute, Genetica, Chirurgia, Malattie Rare, Farmaci, Bioetica e Nuove Tecnologie.

RDD2020 

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

quotidianosanita.it

Allarme personale Ssn: tra 15 anni buco di 14mila medici. Tutti i dati Regione per Regione

Secondo le proiezioni dell'Osservatorio Nazionale sulla Salute nelle Regioni Italiane, sarà rimpiazzato solo il 75% dei 56 mila medici che il Ssn perderà nei prossimi anni. Per tamponare la falla occorrono circa 13 mila immatricolazioni e 11 mila posti di specializzazione. Lazio, Molise e Lombardia le Regioni attualmente con il minor numero di medici. Ricciardi: “È mancata un’adeguata programmazione”

   18 APR - "AAA in Italia cercasi medici disperatamente". Il futuro prossimo del Ssn, tra pensionamenti e cattiva programmazione, è infatti ad alto rischio carenza camici bianchi: calcolando il numero di posti per i corsi di laurea e delle scuole di specializzazione messi a bando ogni anno, dei 56 mila medici che il Ssn perderà nei prossimi 15 anni saranno rimpiazzati solo il 75%, cioè 42 mila. Mancheranno quindi all’appello circa 14 mila medici. Per ridare ossigeno al sistema saranno necessari 13.500 immatricolazioni ai corsi di laurea in medicina e 11 mila posti di specializzazione

Leggi tutto: Allarme personale Ssn: tra 15 anni buco di 14mila medici. Tutti i dati Regione per Regione

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

crispr.blog

CRISPR contro le malattie polmonari letali

in utero genome editingLa più comune è la fibrosi cistica, ma esistono anche altre gravi malattie congenite che colpiscono i polmoni e per le quali non sono disponibili trattamenti risolutivi. Generalmente sono causate da mutazioni in un singolo gene perciò, almeno in teoria, potrebbero essere curate correggendo direttamente il DNA dei malati. Magari prima ancora che la malattia inizi a manifestarsi. Una speranza in questo senso arriva da un lavoro pubblicato su Science Translational Medicine, che descrive un promettente approccio di editing genetico in feti di topo geneticamente predestinati a sviluppare una patologia polmonare letale.

Leggi tutto: CRISPR contro le malattie polmonari letali

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

ansa.it

Scoperte le capobanda delle staminali, hanno geni unici

Aprono nuove pagine nella lotta ai tumori

Redazione ANSA 17 aprile 2019  18:19
Cellule staminali umane riprogrammate a partire da neuroni (fonte: Yichen Shi e Rick Livesey, Gurdon Institute, University of Cambridge) © Ansa
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

ansa.it

Riattivate dopo la morte cellule del cervello di maiali

Per studiare malattie e sperimentare farmaci

Redazione ANSA 17 aprile 2019 19:46
A sinistra le cellule del cervello di maiale dopo la morte, a destra dopo la perfusione (fonte: Stefano G. Daniele & Zvonimir Vrselja; Sestan Laboratory; Yale School of Medicine) © Ansa

   Circolazione del sangue e funzioni cellulari nel cervello di maiale sono state ripristinate ore dopo la morte, ma non l'attività elettrica associata alla coscienza. Il risultato, al quale Nature dedica la copertina, si deve al gruppo dell'Università di Yale guidato da Nenad Sestan. Ricadute possibili sulla possibilità di studiare più a fondo malattie neurodegenerative e sperimentare farmaci.

Leggi tutto: Riattivate dopo la morte cellule del cervello di maiali

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

quotidianosanita.it

Rapporto Istat 2019 sugli obiettivi Onu di benessere sostenibile: Italia tra i migliori in salute ma vanno migliorati assistenza per patologie croniche, prevenzione e stili di vita 

L’Istat ha presentato oggi la seconda edizione del Rapporto sui Sustainable Development Goals (SDGs) adottati con l’Agenda 2030 il 25 settembre 2015 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Per la salute in Italia, invece, ci sono pochi margini di miglioramento per la mortalità materna e le malattie trasmissibili, mentre le aree più rilevanti sono legate al nuovo contesto epidemiologico e ambientale e all’invecchiamento della popolazione. In particolare, si fa riferimento alla diffusione delle patologie croniche, all’accesso alla prevenzione e al contrasto agli stili di vita poco corretti (consumo di alcol e tabacco), nonché alla mortalità per incidenti stradali. IL RAPPORTO 2019.- TUTTI I DATI DELL'ITALIA.

17 APR - L’Italia è una delle nazioni con i migliori risultati in termini di salute anche considerando gli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) fissati dall’Onu.

Tuttavia, il raggiungimento degli obiettivi proposti nell’Agenda 2030 richiede adeguate politiche, sia di tipo sanitario, attraverso la responsabilizzazione dei cittadini nei confronti della salvaguardia della propria salute, sia di tipo non sanitario, attraverso il contrasto alle disuguaglianze sociali e territoriali.

Leggi tutto: Rapporto Istat 2019 sugli obiettivi Onu di benessere sostenibile: Italia tra i migliori in salute...