Notizie su Malattie Rare e Salute

Notizie dal WEB selezionate dallo Staff di RMR su Medicina, Salute, Genetica, Chirurgia, Malattie Rare, Farmaci, Bioetica e Nuove Tecnologie.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

aboutpharma.com

Malattie rare, una nuova terapia di Csl Behring ottiene il via libera in Europa

La Commissione Ue ha approvato la prima e unica immunoglobulina sottocutanea per i pazienti con polineuropatia demielinizzante infiammatoria cronica (Cidp), malattia autoimmune che colpisce i nervi periferici e può anche causare danni permanenti

di Redazione Aboutpharma Online 4 maggio 2018 malattie rare

 

   Approvata in Europa la prima e unica immunoglobulina sottocutanea per la terapia di mantenimento della Cidp, ovvero la polineuropatia demielinizzante infiammatoria cronica, una rara malattia cronica autoimmune che colpisce i nervi periferici e può anche causare danni permanenti. Ad annunciarlo è una nota dell’azienda Csl Behring. La terapia a base di immunoglobulina normale umana è autorizzata per la Cidp dopo stabilizzazione con immunoglobuline per via endovenosa (IVIg).

Leggi tutto: Malattie rare, una nuova terapia di Csl Behring ottiene il via libera in Europa

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

pharmastar.it

Acido obeticolico nei pazienti con colangite biliare primitiva: la biopsia epatica conferma l'efficacia del trattamento a 3 anni

    Le valutazioni tramite biopsia di un trattamento a 3 anni con acido obeticolico (OCA) confermano che la terapia a lungo termine con questa molecola, in grado di agire riducendo l’esposizione del fegato agli acidi biliari, porta alla regressione o alla stabilizzazione della fibrosi e della cirrosi nei pazienti con colangite biliare primitiva (PBC) che hanno avuto una risposta incompleta all'acido ursodesossicolico (UDCA). Questi risultati, in linea con quelli osservati in studi pre-clinici, forniscono la prima evidenza che i miglioramenti ottenuti con OCA nei marcatori biochimici di PBC (in primo luogo la fosfatasi alcalina) sono accompagnati da effetti anti-fibrotici e sono stati presentati alla 53^ edizione dell’International Liver Congress di Parigi. 

Leggi tutto: Acido obeticolico nei pazienti con colangite biliare primitiva: la biopsia epatica conferma...

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

ansa.it

Anche nel Dna le radici della depressione

Scoperte 44 varianti genetiche che aumentano il rischio

Redazione ANSA 03 maggio 2018  18:39
Trovate nel Dna 44 varianti che aumentano il rischio di depressione (fonte: National Institutes of Health) © Ansa

   Non si trovano solo nell'ambiente, ma nel Dna gli elementi che determinano il rischio della depressione. Sono state identificate infatti ben 44 varianti genetiche che ne aumentano le probabilità30 delle quali finora sconosciute. La scoperta, pubblicata sulla rivista Nature Genetics, si deve al gruppo di 200 ricercatori coordinato da Cathryn Lewis e Gerome Breen, del King's College di Londra. 

Leggi tutto: Anche nel Dna le radici della depressione

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

ansa.it

"Una bufala ci seppellirà", campagna shock dall'Ordine dei Medici

Lapidi con epitaffi per far capire i pericoli per la salute

Redazione ANSA ROMA 03 maggio 2018  19:44
Una bufala ci seppellir: ecco i manifesti © ANSA

    "Non mi hanno vaccinato per paura dell'autismo", "Avevo acquistato sul web un farmaco miracoloso", "Ho curato il cancro con il bicarbonato di sodio". Sono alcuni degli epitaffi che, sovrastati da una croce, campeggiano su altrettante lapidi nella campagna shock 'Una bufala ci seppellirà?' lanciata dalla Fnomceo, la federazione nazionale che riunisce gli ordini dei medici, per combattere le bufale in tema di salute, soprattutto quelle che si diffondono tramite la rete.

Leggi tutto: "Una bufala ci seppellirà", campagna shock dall'Ordine dei Medici

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

LaRepubblica.it

Scoperto farmaco che blocca malattia simile ad Alfie

E' una grave patologia neurodegenerativa. Test anche al Bambino Gesù

LaRepubblica 03 maggio 2018
Scoperto farmaco che blocca malattia simile ad Alfie      ERA una patologia rara senza terapia. Ma oggi la ceriodolipofuscinosi neuronale di tipo 2 (CLN2) - malattia neurodegenerativa simile a quella che ha colpito il piccolo Alfie Evans, appartenendo alla stessa famiglia - che porta alla distruzione del sistema nervoso centrale dei bambini, può essere bloccata da un nuovo farmaco che rimpiazza l'enzima di cui i pazienti sono carenti. La sperimentazione è condotta su 23 bimbi in 4 Centri internazionali, tra cui il Bambino Gesù. I risultati sono pubblicati sul New England Journal of Medicine.

Leggi tutto: Scoperto farmaco che blocca malattia simile ad Alfie