La IPF, è una malattia polmonare progressiva che si associa ad una sopravvivenza mediana di soli 3 anni. Allo stato attuale esistono poche opzioni di trattamento per i pazienti affetti da questa malattia, per quanto nuove armi terapeutiche sono all'orizzonte.

L'ormone tiroideo (TH), come è noto, rappresenta un fattore critico per il mantenimento dell'omeostasi cellulare nel corso delle risposte allo stress, ma il suo ruolo nella fibrosi polmonare è ancora oggi poco chiaro.

Leggi tutto: Fibrosi polmonare idiopatica, dati preclinici promuovono supplementazione ormone tiroideo