Notizie su Malattie Rare e Salute

Notizie dal WEB selezionate dallo Staff di RMR su Medicina, Salute, Genetica, Chirurgia, Malattie Rare, Farmaci, Bioetica e Nuove Tecnologie.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

ansa.it

Da galline Ogm proteine umane nelle uova, utili per fabbricare farmaci

Modificate per ottenere due componenti del sistema immunitario

Redazione ANSA ROMA 28 gennaio 2019 15:07
Uova Ogm © Ansa

 
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

espresso.repubblica.it
SANITÀ

«Tante promesse ma nella mia lotta contro la malattia sono rimasto solo»

Sono tanti i pazienti affetti da mali cronici che devono combattere senza un supporto sufficiente. Il XVI rapporto sulle politiche della cronicità redatto da Cittadinanzattiva denuncia quanto sia notevole la distanza tra le norme formalmente in vigore e la realtà dei fatti. Una discrepanza da colmare per garantire i giusti diritti

DI EMILIO VITALIANO  
«Tante promesse ma nella mia lotta contro la malattia sono rimasto solo» “Non è abbastanza”. Lo pensa Oscar, cinquantatreenne di Lecco affetto dal morbo di Crohn, una malattia cronica dell’intestino che lo ha obbligato a molti sacrifici e più di un intervento chirurgico. Un uomo che lotta da oltre venti anni contro le numerose difficoltà imposte dalla sua condizione e che sa bene come nella quotidianità non sia tutelato tanto quanto assicurano le norme formalmente in vigore sulla cronicità. Direttive che si scontrano con una realtà che rivela un’Italia capace di promettere molto e mantenere poco.

Leggi tutto: «Tante promesse ma nella mia lotta contro la malattia sono rimasto solo»

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

cordis.europa.eu

Uno studio scopre nuovi ceppi di superbatteri che causano la febbre tifoide in Bangladesh

Un gruppo di scienziati ha scoperto due nuove forme di batteri altamente resistenti ai farmaci che provocano la febbre tifoide, una malattia potenzialmente letale.

SALUTE  - PROGRESSI SCIENTIFICI
 Ogni anno, un numero di persone compreso tra 11 e 20 milioni si ammala di febbre tifoide e, di questi, tra i 128 000 e i 161 000 muoiono in seguito alla malattia, secondo l’Organizzazione mondiale della sanità. Si tratta di un’infezione gastrointestinale potenzialmente letale causata dal batterio Salmonella enterica serovar Typhi (S. Typhi), normalmente diffuso tramite acqua o cibo contaminati. Le incidenze più elevate si registrano in alcune parti dell’Asia e dell’Africa. Sebbene i vaccini possano fornire una certa protezione contro la febbre tifoide e la malattia venga solitamente trattata con gli antibiotici, i crescenti livelli di resistenza ai farmaci sono fonte di grande preoccupazione.

Leggi tutto: Uno studio scopre nuovi ceppi di superbatteri che causano la febbre tifoide in Bangladesh

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

ansa.it

La prima mappa in HD del genoma umano

Spiega perché ogni individuo è unico

Redazione ANSA 25 gennaio 2019 09:59
La prima mappa in HD del Dna ha individuato i punti in cui le mutazioni avvengono più frequentemente (fonte: PIxabay) © Ansa

   Una mappa in alta definizione capace di indicare i 'punti caldi' del Dna umano nei quali si concentrano le possibili mutazioni. Pubblicata sulla rivista Science, permette di capire quali sono gli elementi che rendono unico ciascun individuo e fornisce i numeri, impressionanti, delle possibili combinazioni dalle quali può emergere un individuo. la mappa è stata ottenuta dalla DeCode genetics, la società del gruppo Amgen che dalla fine degli anni '90 sta raccogliendo dati dallo studio a tappeto della popolazione islandese. 

Leggi tutto: La prima mappa in HD del genoma umano

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

ansa.it

Per Alex il trapianto è riuscito, il bimbo ora è in dimissione

Ospedale Bambino Gesù: "Le cellule hanno attecchito. Il piccolo sta bene"

Redazione ANSA ROMA 24 gennaio 2019 11:12
La vicenda Alex in sei foto © ANSA

 Alex sta meglio. A distanza di un mese dall'intervento al piccolo affetto da una malattia genetica rara, il trapianto di cellule staminali emopoietiche da genitore cui è stato sottoposto "è riuscito": il percorso trapiantologico, infatti, "può dirsi concluso positivamente" e Alex è "in buone condizioni di salute" e lascerà l'ospedale nelle prossime ore. Le cellule del padre, manipolate e infuse nel bambino, afferma l'ospedale, a distanza di un mese dal trapianto "hanno perfettamente attecchito".