Notizie su Malattie Rare e Salute

Notizie dal WEB selezionate dallo Staff di RMR su Medicina, Salute, Genetica, Chirurgia, Malattie Rare, Farmaci, Bioetica e Nuove Tecnologie.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Fonte pharmastar.it 20 Novembre 2016

Farmaci omeopatici “non funzionano”. La scritta adesso obbligatoria sui farmaci Usa
Non vi è evidenza scientifica che i farmaci omeopatici funzionino. I vantaggi asseriti per questi farmaci sono basati sulla teoria dell'omeopatia che risale al 1700 e non sono riconosciuti dalla maggior parte degli esperti medici di tutto il mondo. Ad affermarlo con chiarezza è la Federal Trade Commission (FTC) statunitense che, alle aziende che producono tali farmaci, ora impone che ciò venga anche scritto sulle etichette dei prodotti. I claim di efficacia e sicurezza sono tenuti a rispettare gli stessi standard di qualunque farmaco, dice la FTC, dunque ogni affermazione deve essere supportata scientificamente.

Leggi tutto: Farmaci omeopatici “non funzionano”. La scritta adesso obbligatoria sui farmaci Usa

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Fonte sanita24.ilsole24ore.com   16 nov 2016

in parlamento

I nuovi Lea approdano in Parlamento. Esame entro il 5 dicembre

di Barbara Gobbi

Dopo mesi di attesa, approdano oggi in Parlamento, alle commissioni Igiene e Sanità del Senato e alla Affari sociali della Camera, i nuovi Livelli essenziali di assistenza che riscrivono l’elenco delle prestazioni erogate ai pazienti in regime Ssn, gratuitamente o dietro pagamento di ticket. L’esame, da calendario, dovrà concludersi entro il 5 dicembre; intanto i pareri delle commissioni I e V sono attesi per il 29 novembre.

Leggi tutto: I nuovi Lea approdano in Parlamento. Esame entro il 5 dicembre

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Fonte cordis.europa.eu  18-11-2016

BioSHaRE-EU Risultato in breve

Project ID: 261433
Finanziato nell'ambito di: FP7-HEALTH
Paese: Paesi Bassi

Analisi dei dati delle biobanche armonizzati per favorire la ricerca

Un progetto finanziato dall’UE sta facendo progredire la ricerca medica, la scienza clinica e la medicina personalizzata raccogliendo i dati di diverse biobanche e studi di coorte. Il risultato è la standardizzazione e l’armonizzazione dei dati sullo stile di vita, sui fattori di rischio ambientali e clinici, nonché gli esiti sanitari.
Analisi dei dati delle biobanche armonizzati per favorire la ricerca
La ricerca medica avanzata dipende dall’analisi condivisa su larga scala di dati di alta qualità da molte biobanche e studi di coorte. Per rendere possibile tale ricerca, è necessario valutare e regolare la raccolta, l’immagazzinamento, la gestione e l’interpretazione dei dati e dei biocampioni in tutte le biobanche esistenti.

Il progetto BIOSHARE-EU (Biobank standardisation and harmonisation for research excellence in the European Union) ha studiato e documentato gli aspetti etici, giuridici e sociali (Ethical, Legal and Social Issues, ELSI) legati alla condivisione di dati tra biobanche/studi di coorte in Europa.

Leggi tutto: Analisi dei dati delle biobanche armonizzati per favorire la ricerca

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

 19 novembre 2016

Luci e ombre della peer review "aperta"

Leggi tutto: Luci e ombre della peer review "aperta"

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Fibrosi polmonare, studi post-hoc confermano beneficio farmaci esistenti
I pazienti affetti da fibrosi polmonare idiopatica (IPF) sono trattati efficacemente con le opzioni terapeutiche attualmente disponibili (pirfenidone e nintedanib), indipendentemente dalla severità di malattia. Lo confermano 4 studi post-hoc, che hanno utilizzato i dati alla base della registrazione dei 2 farmaci sopra menzionati, presentati nel corso dell'edizione 2016 di CHEST - il congresso dell'American College of Chest Physicians, tenutosi quest'anno a Los Angeles (USA).

  16 novembre 2016

I pazienti affetti da fibrosi polmonare idiopatica (IPF) sono trattati efficacemente con le opzioni terapeutiche attualmente disponibili (pirfenidone e nintedanib), indipendentemente dalla severità di malattia.

Lo confermano 4 studi post-hoc, che hanno utilizzato i dati alla base della registrazione dei 2 farmaci sopra menzionati, presentati nel corso dell'edizione 2016 di CHEST - il congresso dell'American College of Chest Physicians, tenutosi quest'anno a Los Angeles (USA).

Leggi tutto: Fibrosi polmonare, studi post-hoc confermano beneficio farmaci esistenti