Notizie su Malattie Rare e Salute

Notizie dal WEB selezionate dallo Staff di RMR su Medicina, Salute, Genetica, Chirurgia, Malattie Rare, Farmaci, Bioetica e Nuove Tecnologie.

 

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

ansa.it

La stampa 3D entra nei laboratori di biologia per coltivare le cellule

Grazie a speciali ragnatele più sottili di un capello

Redazione ANSA 11 aprile 2019 10:41
I ricercatori del Mit sono riusciti a coltivare cellule in laboratorio grazie a una fitta ragnatela di fibre, più sottili di un capello, stampate in 3D. (fonte: Eli Gershenfeld) © Ansa

  La stampa 3D si prepara a entrare nei laboratori di biologia, con le prime strutture simili a ragnatele. Caratterizzate da fibre con diametro pari a un decimo di un capello, sono ideali per ottenere colture di cellule, da utilizzare ad esempio per la sintesi di organi artificiali. È quanto emerge dallo studio pubblicato sulla rivista Microsystems and Nanoengineering da un gruppo del Massachusetts Institute of Technology (Mit), coordinato da Filippos Tourlomousis. 

Leggi tutto: La stampa 3D entra nei laboratori di biologia per coltivare le cellule

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

aboutpharma.com

Tempi di accesso ai farmaci: Italia al 14esimo posto in Europa

Dopo il via libera alla commercializzazione, i pazienti nel nostro Paese attendono in media 402 giorni prima di poter utilizzare un nuovo medicinale. Ma in Germania ne bastano 119 e in Danimarca 146. I dati di un’analisi Iqvia pubblicata da Efpia

di  11 aprile 2019
tempi di accesso ai farmaci

  Una volta approvato in Europa, un nuovo farmaco arriva nelle mani di un paziente tedesco in media dopo 119 giorni. Ma un paziente italiano dovrà aspettarne 402 e uno serbo addirittura 925. A dirlo è un report di Iqvia pubblicato da Efpia, l’associazione europea delle industrie del farmaco, sui dati di 29 Paesi. Emerge una mappa delle disparità nell’accesso alla cure: rispetto all’attesa media di 426 giorni la variabilità è ampia e l’Italia si colloca al 14esimo posto per la “rapidità” con cui i nuovi medicinali giungono ai pazienti. I dati si riferiscono al periodo 2015-2017. Il confronto con il triennio 2014-2016 non ci fa onore: l’attesa per gli italiani è cresciuta di 19 giorni.

Leggi tutto: Tempi di accesso ai farmaci: Italia al 14esimo posto in Europa

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

ansa.it

Terapia genica funziona contro malattia rara cellule sangue

Studio italiano grazie a Telethon, curati già otto pazienti

Redazione ANSA ROMA 11 aprile 2019 10:12
Studio clinico pubblicato oggi su Lancet Haematology © Ansa

 - La terapia genica si conferma una cura efficace anche per la sindrome di Wiskott-Aldrich, una malattia genetica rara e potenzialmente fatale che colpisce le cellule del sangue. A dimostrarlo sono i risultati dello studio clinico pubblicato oggi su Lancet Haematology e coordinato da Alessandro Aiuti, professore di Pediatria presso l'Università Vita-Salute San Raffaele e vice direttore dell'Istituto San Raffaele Telethon per la Terapia Genica (SR-Tiget). Lo studio, che ha coinvolto 8 pazienti ed è stato avviato nel 2010 grazie al finanziamento della Fondazione Telethon. La sindrome di Wiskott-Aldrich (WAS) è una malattia causata da una singola mutazione nel gene che codifica per la proteina WASp.
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

aboutpharma.com*

Sesto dito robotico: una protesi innovativa sperimentata all’Università di Siena

Dalla collaborazione tra i neuroscienziati e gli ingegneri dell’Università di Siena è nato un progetto per supportare i pazienti colpiti da ictus cerebrale o patologie croniche: una protesi estremamente versatile, al momento in fase di sperimentazione, che ha già presentato ottime potenzialità. *IN COLLABORAZIONE CON DOMEDICA

di Redazione Aboutpharma Online 11 aprile 2019
sesto dito robotico

La tecnologia è ormai un elemento imprescindibile della vita umana. Dalle semplici attività quotidiane fino al lavoro di ricerca medica e scientifica, ha cambiato radicalmente le abitudini della popolazione. Praticità, velocità e precisione sono solo alcune delle caratteristiche che hanno giustificato la crescita esponenziale di soluzioni high tech in tutti i campi. Oggi il rapporto tra uomo, medicina e tecnologia compie un ulteriore progresso. Un team dell’Università di Siena, grazie al lavoro congiunto di medici e ricercatori, è riuscito a sviluppare una protesi innovativa, il sesto dito robotico, in grado di restituire la capacità di presa ai pazienti con un arto privo di mobilità e/o forza.

Leggi tutto: Sesto dito robotico: una protesi innovativa sperimentata all’Università di Siena

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

ansa.it

Utero in affitto: Strasburgo, riconoscere madre 'adottiva'

Opinione Corte su caso francese: 'adozione possibile soluzione'

Redazione ANSA 10 aprile 2019 18:31
Utero in affitto: Strasburgo, riconoscere madre 'adottiva' © ANSA

   Nei casi di gestazione per 'conto terzi', gli Stati devono riconoscere legalmente, in nome dell'interesse del minore, il legame genitore-figlio con la madre intenzionale (non biologica) indicata come 'madre legale' nei certificati di nascita di altri Paesi. Per farlo gli Stati possono utilizzare la procedura dell'adozione. Questa l'opinione pubblicata oggi dalla Corte di Strasburgo su richiesta della Corte di Cassazione francese.

Leggi tutto: Utero in affitto: Strasburgo, riconoscere madre 'adottiva'