×

Attenzione

EU e-Privacy Directive

Questo sito si serve di cookie per gestire autenticazione, navigazione e altre funzioni. Servendoti del nostro sito acconsenti al collocamento di questo tipo di cookie sul tuo dispositivo.

Visualizza la ns. Informativa Estesa.

Visualizza la normativa europea sulla Privacy.

Visualizza la documentazione GDPR

Hai rifiutato i cookie. Questo diniego può essere revocato.


aboutpharma.com

Lea: ora anche i cittadini potranno suggerire (online) gli aggiornamenti

Attivato sul sito del ministro il servizio per richiedere l’inclusione o l’esclusione di prestazioni a carico del Ssn. La procedura aperta anche ad Asl e ospedali, professionisti, aziende produttrici e Regioni

lea

“Da oggi anche i cittadini e le associazioni dei pazienti potranno richiedere al ministero della Salute l’inclusione nei Livelli essenziali di assistenza (Lea) di nuove prestazioni o servizi”. Così il ministro della Salute, Giulia Grillo, ha annunciato oggi su Facebook l’attivazione del servizio online, sul portale del dicastero, per suggerire l’aggiornamento delle prestazioni a carico del Servizio sanitario nazionale (Ssn). “La Commissione nazionale per l’aggiornamento dei Lea, presieduta dal ministero – spiega Grillo – fornirà una risposta, positiva o negativa. Una novità significativa che rende sempre più reale il dialogo con i cittadini e le associazioni”.

Cosa segnalare

La Commissione esaminerà non solo le richieste di inclusione nei Lea di nuove prestazioni o servizi, ma anche quelle di modifica o di esclusione di prestazioni o servizi già inclusi, come anche le richieste di nuove esenzioni per patologia o di modifica di quelle esistenti.

Chi può farlo

La procedura online non è rivolta solo a cittadini e associazioni di pazienti. Potranno avanzare le richieste anche, ad esempio, le aziende sanitarie, i professionisti del Ssn, gli Irccs e i Policlinici universitari, le società scientifiche, le aziende produttrici e loro associazioni, le Regioni e le Province autonome.

Le priorità

La Commissione considererà prioritarie le richieste che “potrebbero avere un impatto elevato sulla salute della popolazione e/o sono destinate a soddisfare un bisogno sanitario non soddisfatto, abbiano rilevanza rispetto alle priorità sanitarie definite a livello nazionale e/o regionale e siano supportate da robuste prove di efficacia”.


Fonte: aboutpharma.com
URL: https://www.aboutpharma.com/blog/2019/06/06/lea-ora-anche-i-cittadini-potranno-suggerire-online-gli-aggiornamenti/