×

Attenzione

EU e-Privacy Directive

Questo sito si serve di cookie per gestire autenticazione, navigazione e altre funzioni. Servendoti del nostro sito acconsenti al collocamento di questo tipo di cookie sul tuo dispositivo.

Visualizza la ns. Informativa Estesa.

Visualizza la normativa europea sulla Privacy.

Visualizza la documentazione GDPR

Hai rifiutato i cookie. Questo diniego può essere revocato.


unipd.it

Padova, 3 febbraio 2020

CORONAVIRUS, NEL LABORATORIO DI VIROLOGIA DI PADOVA MESSO A PUNTO TEST PER RILEVARE PRESENZA VIRUS

  Il Laboratorio di Virologia dell’Università di Padova fa parte di una rete di laboratori europei per le emergenze dei cosiddetti “virus da importazione” quali ad esempio nel recente passato West Nile e Dengue.

  Nel caso del Coronavirus il Laboratorio di Padova ha applicato la procedura raccomandata dall’OMS e si sono immediatamente messe in atto le tecniche già definite nell’ambito della rete dei laboratori europei per i virus emergenti, come si vede nel lavoro Detection of 2019 novel Coronavirus (2019-nCoV) by real-time RT.PCR (Rilevamento del nuovo coronavirus 2019 (2019-nCoV) RT-PCR in tempo reale), una tecnica messa a punto da Christian Drosten, Charité – Universitätsmedizin Berlin Institute of Virology, Berlin - pubblicato il 23 gennaio su www.eurosurveillance.org , dove appare l’evidente parentela col virus Sars.

   L’equipe del prof. Andrea Grisanti ha quindi applicato la metodologia descritta nell’articolo pubblicato sulla rivista sopra citata, e già da oggi è possibile eseguire il test su casi sospetti.

 


Fonte: unipd.it
URL: https://www.unipd.it/sites/unipd.it/files/20200203.pdf

 https://www.eurosurveillance.org/content/10.2807/1560-7917.ES.2020.25.3.2000045