×

Attenzione

EU e-Privacy Directive

Questo sito si serve di cookie per gestire autenticazione, navigazione e altre funzioni. Servendoti del nostro sito acconsenti al collocamento di questo tipo di cookie sul tuo dispositivo.

Visualizza la ns. Informativa Estesa.

Visualizza la normativa europea sulla Privacy.

Visualizza la documentazione GDPR

Hai rifiutato i cookie. Questo diniego può essere revocato.

aboutpharma.com

Sanità e Politica

Telemedicina: all’Iss un gruppo di studio per la valutazione economica dei servizi

Si è insediato all’Istituto superiore di sanità un nuovo tavolo di lavoro. Focus sullo sviluppo di un modello per l’analisi di costi, aspetti gestionali e possibili sistemi di tariffazione all’interno del Servizio sanitario nazionale

telemedicina

   Un modello per la valutazione economico-gestionale dei servizi di telemedicina, con l’obiettivo di identificare sistemi di tariffazione sostenibili per il Servizio sanitario nazionale (Ssn). È lo scopo principale del neonato “Gruppo di studio nazionale per la valutazione economica dei servizi in telemedicina” promosso dal Centro nazionale per la telemedicina e le nuove tecnologie assistenziali dell’Istituto superiore di sanità (Iss). Il gruppo di studio è composto da esperti e accademici in ambito di economia e organizzazione sanitaria e gestione.

   La valutazione dei servizi di telemedicina si baserà su “robusti criteri tecnici, scientificamente validati sulla realtà italiana e adeguati per le strutture sanitarie pubbliche e convenzionate”. La sfida degli studiosi è complessa: la aggior parte degli studi in tale ambito sono stati sviluppati in altri Paesi dove i servizi sanitari sono in prevalenza o del tutto privati.

Innovazione e sostenibilità

   “Il metodo di valutazione e il sistema di tariffazione che studieremo – spiega Francesco Gabbrielli, direttore del Centro nazionale per la telemedicina dell’Iss – dovranno essere rigorosi e di omogenea applicazione su tutto il territorio nazionale, in modo da poter controllare la corretta allocazione delle risorse, ma anche flessibili nei confronti delle esigenze dei differenti territori e verso l’evoluzione tecnologica. Si tratta in sostanza della ricerca di un delicato equilibrio tra rigore scientifico ed etico, pragmatica economica e capacità di adattamento all’innovazione”.

I componenti

   Del gruppo di studio fanno parte: Giampaolo Grippa (Agenas), Gennaro Sosto (Azienda sanitaria Molise); Maria Letizia Di Liberti (Assessorato Salute Sicilia), Micol Bronzini e Luca Del Bene (Università Politecnica Marche), Roberta Pinna e Marta Musso (Università Cagliari),  Loredana Luzzi (Università Milano Bicocca), Elio Borgonovi (Sda Bocconi), Mariano Corso (Politecnico Milano), Mauro Gatti (Università La Sapienza), Nicola Pinelli (Fias0; Tiziana Frittelli (Federsanità Anci); Francesco Ranalli, Federico Spandonaro e Gabriele Palozzi (Università Roma Tor Vergata).


Fonte: www.aboutpharma.com
URL: URL https://www.aboutpharma.com/blog/2019/03/06/telemedicina-alliss-un-gruppo-di-studio/