pharmastar.it

Disturbi dello spettro autistico, risultati positivi in fase 2 con una formulazione endovenosa di suramina

Domenica 14 Febbraio 2021 Redazione

Una formulazione endovenosa di suramina ha ridotto diversi sintomi fondamentali dei disturbi dello spettro autistico (ASD, autism spectrum disorder) in uno studio di fase 2, secondo l'azienda produttrice, che ha rilasciato risultati di prima linea.

«C'è un'enorme necessità insoddisfatta nel trattamento dei sintomi dell'ASD da moderato a grave, che includono sia sfide sociali e di comunicazione, sia comportamenti restrittivi e ripetitivi» ha detto Alice Mao, direttore medico del Memorial Park Psychiatry Adult, Adolescent and Child Psychiatry, a Houston.

«La suramina ha il potenziale per dimostrare miglioramenti clinici significativi in questa condizione debilitante, che potrebbero avere un impatto positivo sulla vita di molte famiglie» ha affermato Mao.

Un farmaco ‘antico’ per una nuova indicazione
La suramina, farmaco ad azione antiparassaria e antielmintica scoperto nel 1921, è stata a lungo usata per trattare la malattia del sonno africana (tripanosomiasi) e la cecità fluviale (oncocercosi). È statoa studiata come trattamento per altre malattie, tra cui il cancro, ma non è statoa approvata per alcuna indicazione terapeutica negli Stati Uniti.

Il meccanismo della suramina IV (PAX-101, PaxMedica) nell’ASD non è completamente compreso. È stato postulato che agisca attraverso il blocco del recettore purinergico per invertire gli effetti della disfunzione mitocondriale e ridurre la neuroinfiammazione in questi pazienti, ha affermato l'azienda.

Dopo 2 settimane miglioramento medio del 48% al punteggio ABC Core
Lo studio di fase 2 ha arruolato 52 bambini (età media, 8,3 anni) con ASD da moderati a gravi in sei siti in Sudafrica. I partecipanti sono stati assegnati in modo randomizzato a ricevere suramina (10 o 20 mg/kg) o placebo tramite infusione IV al basale, alla settimana 4 e alla settimana 8. C'è stato un periodo di follow-up di 6 settimane dopo l'ultima dose del farmaci in studio.

Quarantatré dei 52 bambini hanno completato lo studio; cinque sono stati ritirati a causa del COVID-19, uno a causa di un evento avverso e due per altri motivi.

Rispetto al placebo, il trattamento con suramina ha portato a un miglioramento «marcato e sostenuto» in diverse misure di valutazione dell'efficacia, tra cui l’Aberrant Behavior Checklist composite score of core symptoms (ABC Core), la Clinical Global Impression of Improvement scale, adattata per l’autismo (CGI-I) e l’Autism Treatment Evaluation Checklist, ha riportato l'azienda.

Alla settimana 14, c'è stato un miglioramento medio del 48% rispetto al basale nel punteggio ABC Core per i pazienti che hanno ricevuto il trattamento attivo, rispetto al 31% di coloro che hanno ricevuto il placebo. Il doppio dei pazienti trattati attivamente ha dimostrato un miglioramento del 70% o superiore rispetto ai pazienti che hanno ricevuto il placebo, ha aggiunto l'azienda.

Alla settimana 14, i pazienti trattati con suramina IV hanno anche dimostrato un miglioramento medio rispetto al basale del punteggio complessivo di gravità dei sintomi CGI-I di 0,9 punti, rispetto a 0,4 con placebo, che rappresenta un cambiamento clinicamente significativo rispetto al basale.

Buon profilo di sicurezza
Entrambe le dosi di suramina IV erano ben tollerate. Gli eventi avversi più frequenti emergenti dal trattamento sono stati eruzione cutanea, infezione respiratoria superiore e vomito. La maggior parte degli eventi sono stati di gravità da lieve a moderata e risolti senza alcun intervento.

C'è stato un grave evento avverso in un paziente che aveva più condizioni concomitanti e che ha ricevuto suramina IV. Quell'evento si è risolto senza sequele a seguito di un trattamento acuto.

«Questo è un entusiasmante passo avanti per la comunità dell'autismo. I risultati di questo studio clinico mostrano chiaramente la promessa di portare questo nuovo trattamento nella prossima fase di sviluppo» ha detto Mao.

PaxMedica prevede di riferire i risultati completi dello studio in una prossima conferenza e di presentare i risultati per la pubblicazione su una rivista scientifica peer-reviewed. Oltre a PAX-101, che viene somministrato per infusione IV, PaxMedica sta sviluppando PAX-102, una formulazione intranasale di suramina per forme meno gravi di ASD e per altri disturbi del neurosviluppo.


Fonte: pharmastar.it
URL: https://www.pharmastar.it/news//neuro/disturbi-dello-spettro-autistico-risultati-positivi-in-fase-2-con-una-formulazione-endovenosa-di-suramina-34631