×

Attenzione

EU e-Privacy Directive

Questo sito si serve di cookie per gestire autenticazione, navigazione e altre funzioni. Servendoti del nostro sito acconsenti al collocamento di questo tipo di cookie sul tuo dispositivo.

Visualizza la ns. Informativa Estesa.

Visualizza la normativa europea sulla Privacy.

Visualizza la documentazione GDPR

Hai rifiutato i cookie. Questo diniego può essere revocato.

quotidianosanita.it

Vaccino. Malati reumatologici, immunologici e rari, chiedono codici uguali in tutte le regioni

La richiesta viene dal Coordinamento delle Associazioni dei pazienti che sottolinea come il concetto di “malattie autoimmuni” è ampio e si presta ad un’ambiguità applicativa. Anche chi non ha al momento l’esenzione, ma è in terapia con immunosoppressori, “deve avere la priorità”. E va prevista la possibilità, per lo specialista di riferimento, di indicare le persone a rischio”

 
22 MAR
 - “Si riscontra una fortissima criticità in merito all’identificazione da parte delle Regioni della categoria di soggetti vulnerabili rientrante nell’Area di Patologia ‘Malattie autoimmuni- immunodeficienze primitive’. È necessario prevedere per queste patologie codici riconosciuti e uguali in tutte le Regioni per indicare i pazienti estremamente vulnerabili. Bisogna evitare che si creino assurde disomogeneità a livello regionale per l’ambiguità applicativa di un concetto ampio come quello di “malattie autoimmuni”.

 È quanto si legge in una lettera del Coordinamento delle Associazioni dei pazienti affetti da patologie reumatologiche, immunologiche e rare firmata dalle coordinatrici Silvia Tonolo Maddalena Pelagalli inviata al Ministro della Salute Roberto Speranza, al Presidente della Conferenza Stato Regioni Stefano Bonaccini, al Commissario Straordinario per l’emergenza Covid-19 Francesco Paolo Figliuolo, al Presidente Fnomceo Filippo Anelli e al Segretario Nazionale Fimmg Silvestro Scotti.

 

 “La categoria delle malattie autoimmuni è davvero molto ampia e vi rientrano oltre 120 patologie – sostiene il Coordinamento – per alcune di esse si deve però avere particolare attenzione in caso di infezione da Covid-19 in quanto l’evoluzione e la gestione della patologia può risultare complessa. È poi importante far rientrare nell’elenco di prioritarizzazione vaccinale anche quei pazienti che sono colpiti da patologie per cui non è prevista al momento l’esenzione ma che utilizzano farmaci immunosoppressori. Sono infatti persone fragili proprio a causa delle terapie che devono assumere. Quindi va prevista la possibilità, per lo specialista di riferimento, di poter indicare i soggetti a rischio che necessitano di priorità di immunizzazione”.
 
 
La lettera del Coordinamento è stata sottoscritta dalle seguenti associazioni:
ABAR -Associazione Bresciana Artrite Reumatoide
ADIPSO - Associazione per la Difesa degli Psoriasici
AIFP - Associazione Italiana Febbri Periodiche
AILS - Associazione Italiana Lotta Alla Sclerodermia
AISF - Associazione Italiana Sindrome Fibromialgica
AMAREC - Associazione Malattie Reumatiche Croniche
AMREI - Associazione Malattie Reumatiche Infantili
AMRER - Associazione Malati Reumatici Emilia Romagna
AMRI - Associazione per le Malattie Reumatiche Infantili
A.N.I.Ma.S.S. - Associazione Nazionale Italiana Malati Sindrome di Sjögren
ANMAR ONLUS - Associazione Nazionale Malati Reumatici
APMARR - Associazione Nazionale Persone con Malattie Reumatologiche e Rare
ARG ITALIA - Associazione Artrite Reumatoide Giovanile
AS.MA.RA. - Associazione Sclerodermia ed altre Malattie Rare
ATMAR - Associazione Trentina Malati Reumatici
GILS ODV - Gruppo Italiano Lotta alla Sclerodermia
GRUPPO LES - Gruppo Italiano per la Lotta contro il Lupus Eritematoso Sistemico
IL VOLO - Associazione Malattie Reumatiche del Bambino Onlus
LEONCINI CORAGGIOSI ODV - Associazione Leoncini Coraggiosi ODV
MARIS ODV - Associazione Malattie Reumatiche Infantili Sicilia Onlus
REMARE ONLUS - Associazione per le Malattie Reumatiche ed Autoinfiammatorie Pediatriche
SIMBA - Associazione Italiana Sindrome E Malattia Di Behcet
 

22 marzo 2021


Fonte: quotidianosanita.it
URL: http://www.quotidianosanita.it/cronache/articolo.php?articolo_id=93822
 La lettera http://www.quotidianosanita.it/allegati/allegato5613290.pdf